Baciami prima: la mini serie (quasi) cyberpunk.

Passa quasi inosservato nel catalogo Netflix da giugno, questa mini serie (06 episodi) dovrebbe riempire le tue serate.

La sinossi:

“Dopo che sua madre ha ceduto alla malattia, la diciassettenne Leila si ritrova abbandonata a se stessa. Tra un lavoro non gratificante e la mancanza di supporto nel suo entourage, questo adolescente idiota si rifugia in Azana, un videogioco multiplayer VR. Fino al giorno in cui incontra l’enigmatica Tess, una costosa ragazza che prende lo pseudonimo di Mania nel mondo virtuale. Nel corso del tempo, Tess presenterà a Leila il mondo nascosto della pillola rossa (un riferimento completo a Matrix), una comunità selettiva guidata dal culto guidata dal misterioso Adrian. “

 

Techno thriller sullo sfondo della realtà virtuale , ci saremmo potuti aspettare un’ennesima serie per adolescenti visto che il creatore è nientemeno che Bryan Elsley noto per aver commesso Skin, un universo lontano da SF e cyberpunk in particolare . L’unico punto comune è l’età dei personaggi.

L’azione si svolge contemporaneamente tra due diversi universi: il reale e il virtuale, a volte confusi. Da qui forse il riferimento a Matrix con il nome del gruppo: Red Pils.

I giochi del gioco VR sono straordinariamente ben fatti e si inseriscono bene nella storia.

Rimaniamo coinvolti nell’intrigo che a volte può sembrare lento, ma si aggiunge all’atmosfera distopica, che si deposita come episodi. Personaggi accattivanti o misteriosi, tra cui Leila e Tess e anche lo psicopatico Adrian il cui unico avatar e voce saranno conosciuti.

E cyberpunk in tutto … .on ovviamente mantenere l’atmosfera scura, impiega VR per scopi criminali e su scala mondiale dipendenza da mondi virtuali e il loro impatto sugli adolescenti vulnerabili di vita. Un anti “ready player One” glauco, realizzato in Inghilterra qualificato da alcune recensioni del crossover Black Mirror.

Una stagione 2 è stata firmata .

Questo articolo Baciami prima: la mini serie (quasi) cyberpunk. è apparso per la prima volta su Cyberpunk – Culture .